Studio e formazione nel trading, libri e corsi

Cosa serve nel trading?  Volendo operare nel settore del trading on line, è normale chiedersi cosa sia necessario per diventare un buon trader e quali siano gli strumenti più utili che permettano di ricavare elevati profitti. L’attività di negoziazione telematica è in realtà piuttosto complessa e purtroppo non priva di rischi.

Per svolgerla al meglio occorre:

  • – applicarsi nello studio, in modo che si possa ottenere una buona formazione nel trading,
  • – svolgere un profondo apprendistato pratico.

In particolare, è indispensabile avere solide basi, sia teoriche che pratiche, riguardanti diversi campi, precisamente:

  • – abilità informatiche, cioè relative all’uso del computer;
  • – saper utilizzare internet, piattaforme per l’attività di negoziazione telematica e programmi relativi all’elaborazione dei dati di borsa;
  • – competenze sul funzionamento degli strumenti finanziari, quotati e non;
  • – nozioni interessanti le tecniche operative del trading;
  • – dimestichezza sull’analisi tecnica finanziaria e su quella fondamentale;
  • – buona padronanza su come funzionino i mercati di borsa e i circuiti di scambio.

Chiunque può’ impegnarsi nello studio del trading, ma non tutti sono poi in grado di applicare gli insegnamenti ricevuti alla stessa maniera o di riuscire a farlo nel modo migliore. Il passaggio dalla teoria alla pratica per realizzare un buon successo finale, è un altro discorso.

Consigli utili

Un suggerimento da tener presente è quello di prestare attenzione al rapido utilizzo della tastiera e al posizionamento dei suoi tasti. Gli smartphone e i tablet limitano la velocità con cui s’inseriscono gli ordini e i comandi. A questo proposito, l’impiego di un computer risulta essere più adatto, specialmente nei casi in cui il mercato sia in rapido cambiamento.

Inoltre, tutti software tool e le piattaforme sono Windows like, posseggono quindi comandi e funzioni relativamente semplici, ma è soltanto con la pratica che si possono capire veramente i vantaggi che questi strumenti mettono a disposizione dei trader.

La grande importanza rappresentata dai libri

Per avere una buona formazione nel settore del trading, è preferibile anche consultare libri e manuali per apprendere meglio i princìpi teorici. Questo suggerimento deriva dal fatto che non vi sono corsi basati esclusivamente sulla teoria dei mercati, degli strumenti finanziari, dell’analisi tecnica e di quella fondamentale.

Se poi si desidera avere a disposizione un elenco completo riguardante i mercati e gli strumenti disponibili per i trader italiani, allora è possibile consultare l’Annuario del Trading Online Italiano, realizzato con la partecipazione della Borsa Italiana e contenente dati, numeri e informazioni. Si tratta di un testo che viene aggiornato ogni anno e grazie al quale si puo’ disporre di notizie riguardanti attività, prodotti e servizi, che rappresentano il vasto panorama del trading on line italiano, dall’inizio fino ai nostri giorni.

Per una panoramica completa ti consigliamo: i migliori libri forex (anche per cominciare da zero)

I corsi

Per informarsi sul trading è utile innanzitutto scaricare guide e manuali, per poi passare alle versioni demo in modo che si capisca come funzioni il meccanismo prima di passare ad un uso vero e proprio. Generalmente i broker mettono a disposizione degli utenti video guide, corsi gratuiti sull’uso delle piattaforme e altro materiale di carattere formativo.

I trader professionisti, i broker on line e le società specializzate, che organizzano corsi e seminari sulla formazione nel trading, puntano soprattutto sulle tecniche operative e sui particolari strumenti da utilizzare. Uno o più trader esperti in materia mostrano il corretto funzionamento per svolgere determinate operazioni. Essi analizzano i grafici di titoli a mercati aperti, discutendo su determinate operazioni e sui motivi che hanno portato a certe scelte. Oltre a tutto questo, sono disponibili anche molti corsi riguardanti l’analisi tecnica di base e quella avanzata.

Comunque, chi inizia un percorso di studio e formazione nel trading dovrebbe cominciare dai corsi base, che sono proprio quelli in cui i temi trattati sono spiegati in modo semplice. Solo in un secondo momento andrebbero scelti gli argomenti sull’uso degli strumenti in cui si pensa di avere maggiore dimestichezza.

Così facendo, si eviterebbe all’inizio di impegnarsi in sessioni di trading veloci e di difficile comprensione.
Inoltre, tante volte i corsi e i seminari gratuiti vengono presentati durante gli eventi dedicati al mondo del trading. La TOL Expo di Milano, Investing Napoli, Investing Roma, l’ITForum di Rimini e altri, sono degli esempi. In genere i corsi sono fruibili via streaming tramite internet oppure in forma di filmati audiovideo registrati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *