Le spiagge più belle delle isole Eolie

Le Isole Eolie, incantevole arcipelago circondato dal mar Tirreno, comprendono sette isole principali e alcuni isolotti minori. Nel 2000 Lipari, Vulcano, Stromboli, Salina, Filicudi, Alicudi e Panarea sono state riconosciute dall’UNESCO patrimonio dell’umanità e costituiscono, altresì, un esempio di isole vulcaniche come testimoniato ancora oggi da sorgenti di acqua calda sottomarina e fanghi termali.

1. Le spiagge di Lipari

Lipari vanta spiagge da sogno bagnate da acque turchesi incontaminate; si alternano lidi attrezzati di ogni genere di comfort e aree libere immerse nella natura selvaggia.

  • Praia di Vinci: si trova in prossimità dell’estremità più a sud dell’isola e dista poco da Punta Crepazza. L’arenile è composto da sabbia morbida e ciottoli. Questo luogo, che offre panorami mozzafiato sui faraglioni di Pietra Lunga e Pietra Menalda, è l’ideale per gli amanti dello snorkeling.
  • Valle Muria: è localizzata lungo la costa sud-occidentale, sul lato opposto rispetto al centro cittadino. I suoi fiori all’occhiello sono la sabbia di colore nero e la suggestiva vista su Vulcano e sui faraglioni di Pietra Menalda e Pietra Lunga.

2. Le spiagge di Vulcano

L’isola di Vulcano è costeggiata da diverse spiagge meritevoli d’attenzione il cui denominatore comune è il colore scuro della sabbia, memoria dell’origine vulcanica del posto.

  • Fumarole: l’arenile, che è circondato dal verde della natura inviolata e dalle rocce, deve la sua denominazione alle acque riscaldate dai vapori sulfurei. In alcuni punti la superficie del mare ribolle a causa delle sorgenti sottomarine.
  • Gelso: si trova sul litorale meridionale ed è considerata la spiaggia più bella di Vulcano. Si tratta, infatti, di un vero e proprio paradiso terrestre dove si possono trascorrere momenti all’insegna del relax, praticare immersioni e dedicarsi allo snorkeling.

3. Le spiagge di Stromboli

L’isola comprende diversi lidi e calette solitarie che si contraddistinguono per la sabbia nera e fine, le rocce e le acque cristalline; il tutto circondato da una florida vegetazione arricchita di cactus, ginestre e fiori di altro tipo.

  • Ficogrande: è il luogo ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di sdraio, ombrelloni, punti di ristoro e aree dove divertirsi giocando a beach volley.
  • Punta Lena: sorge in una zona appartata ed è il posto perfetto per trascorrere momenti di pace nella natura incontaminata, dove gli unici rumori percepibili sono il sibilo del vento e l’infrangersi delle onde sul bagnasciuga.

4. Le spiagge di Salina

Salina, meglio nota come l’isola verde, è in larga parte montuosa, ma non mancano le spiagge degne di nota.

  • Pollara: si trova sul litorale nord-occidentale dell’isola ed è circondata dalle scoscese pareti a strapiombo del cratere del vulcano ormai non più attivo. L’arenile è raggiungibile percorrendo una ripida scalinata sulla quale si affaccia la casa dove, un tempo, sono state girate alcune scene della celebre pellicola Il Postino.
  • Rinella: la baia, ubicata nella parte più a sud di Salina, presenta una particolare forma a mezzaluna e in essa si alternano sabbia e rocce.

L’arenile è la meta preferita dagli amanti delle immersioni e si può, inoltre, essere testimoni dei ‘sconcassi’ che causano la fuoriuscita di gas e vapori dalle profondità del mare.

5. Le spiagge di Filicudi

L’isola dispone di diverse belle spiagge caratterizzate da ciottoli arrotondati.

  • Le Punte: può essere raggiunta attraverso un sentiero. Ha origini vulcaniche ed è bagnata da acque turchesi impreziosite da fondali incantevoli.
  • Capo Graziano: è localizzata sull’omonimo promontorio e comunica con l’isola attraverso un lembo di sabbia largo circa 500 metri. Si contraddistingue per le acque limpide e le calette raggiungibili via mare.

6. Le spiagge di Alicudi

L’isola presenta poche spiagge e alcune di esse sono accessibili solo per mezzo di barche.

  • Alicudi Porto: è composta da ciottoli, vi si può arrivare a piedi ed è cirocondata dalle tipiche abitazioni eoliane e dalle imbarcazioni dei pescatori.
  • Bazzina: deve il suo nome alla contrada che le offre ospitalità e vi si giunge via mare.

Si tratta di una minuscola insenatura lambita dalle acque azzurre che accolgono gli appassonati delle immersioni.

7. Le spiagge di Panarea

Alcune spiagge si trovano nei dintorni del centro abitato, mentre altre sono raggiungibili grazie al servizio di trasporto offerto da svariati natanti.

  • Cala degli Zimmari: è l’unico arenile sabbioso dell’isola ed è meglio noto come spiaggia rossa in virtù della particolare colorazione della sabbia.
  • Cala Junco: sorge nei pressi del villaggio preistorico di Punta Milazzese, vi si può arrivare a piedi ed è formata dai sassi bagnati dalle acque cristalline.

Isole Eolie in catamarano: ci avete mai pensato? L’opportunità migliore per visitare in un sol colpo tutte queste bellissime spiagge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *