Giamaica e la cultura rastafari

Giamaica

A prescindere dai “gap” economici della Giamaica, il viaggiatore trova in questa stupenda isola un clima formidabile contornato da paesaggi tipicamente da cartolina con: le spiagge bianche, i rossi tramonti che si spengono dietro le montagne.

Conosciuta per la musica reggae e la cultura “rastafari”, l’ospitalità dei nativi è unica e vi permetterà di immergervi nella vita dell’isola e di sperimentare le tre ‘R’: reggae, reefer e rum.

La sua composizione morfologica offre una vasta gamma di attività, oltre naturalmente al relax da spiaggia. Le escursioni a piedi sono molto soddisfacenti per gli amanti del trekking percorrendo l’intero sistema embrionale di sentieri nelle Blue Mountains , oppure Cockpit Country altrettanto interessante.

Un modo alternativo di fare escursioni grazie alla cospicua presenza di scuderie permette ai visitatori di esplorare l’isola a cavallo passando per piantagioni di canna da zucchero fino all’entroterra.

Attività più tranquille si possono fare ad esempio nei 10 campi da golf di livello internazionale, alcuni dei quali sono meta stabile dei circuiti PGA e LPGA. Il Tryall Golf Club, 20 km a ovest di Montego Bay, è quello principale.

Per chi volesse invece vivere il mare, le coste giamaicane sono straordinarie sia sopra sia sotto il livello dell’acqua, soprattutto lungo la costa settentrionale, dove le condizioni sono ideali per le immersioni subacquee. Si va dalle basse scogliere coralline alle caverne, dalle fosse alle pareti a strapiombo a poche centinaia di metri dalla riva.

La Giamaica è il paradiso degli speleologi, essendo maculata da grotte e caverne calcaree, principalmente nella porzione occidentale dell’isola.

Si ricorda che la Giamaica è famosa per la semplicità e il sorriso dei suoi abitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *