Come progettare una cucina degna di uno spot TV

La scelta dei dettagli giusti quando è in ballo la composizione del progetto di una nuova cucina è un momento quasi “sacro” ed al quale dedicarsi con la migliore attenzione possibile e la giusta predisposizione.

Stiamo infatti parlando della composizione dell’ambiente che ci accompagnerà giorno dopo giorno per un periodo senz’altro lungo della nostra vita, ed allora nessuna scelta può essere superficiale ed affrettata se vogliamo una cucina che ricalchi sempre il nostro stato d’animo e la nostra personalità.

La cucina come area living
La più moderna concezione della cucina l’ha infatti trasformata nel vero contenitore delle nostre relazioni, ed ovunque sia possibile la tendenza inarrestabile è diventata connettere l’area dedicata alla cottura con quella del living, in un gioco continuo di richiami, rimandi e contaminazioni tra gli stilemi del design.
Un grande open space dove concedersi il piacere di un total living è quello che ci hanno mostrato, nel loro showroom espositivo recentemente ristrutturato, i “grandi capi” di Tolomello Interior Design, una realtà affermatissima in tutta la Campania e molto nota per la sua scelta di proporre solo i marchi delle migliori cucine a Napoli.

Abbiamo potuto appurare, grazie alla loro guida, che soltanto i marchi che curano attentamente anche la qualità non “a vista” sono in grado di soddisfare determinati tipi di richieste. Per essere davvero confortevole e quindi ergonomico, un progetto deve contenere dettagli e strumenti che sappiano apportare funzionalità.
Un esempio lampante ci è stato mostrato con le 4 diverse altezze disponibili per la zoccolatura della cucina Lab13 di Aran, per adattare il piano di lavoro in maniera impeccabile; la qualità non a vista, invece, ma che si fa sentire nel tempo, è rappresentata da un dettaglio come il profilo metallico che protegge il bordo dei ripiani delle cucine Meson’s e ne impedisce la flessione!

Nuovo spazio di socialità
L’interazione con parenti ed amici in questo spazio divenuto oggi protagonista della socialità è più gradevole e soddisfacente se si manifesta in uno spazio ergonomico e funzionale e nel quale ogni dettaglio o finitura sono stati scelti per premiare il proprio io ed il gusto personale: tutte le relazioni ne beneficeranno e saranno anche più spontanee.

Non stiamo di certo vaneggiando su una fantomatica scena da “cucina del Mulino Bianco”, perché tutti gli strumenti cui ci riferiamo sono assolutamente concreti ed esercitano il loro influsso su chi vive la cucina! Esistono e vengono proposti da aziende forse non adatte a tutte le tasche, tuttavia lo scenario odierno del mercato sta a dimostrare che le cucine Premium tirano eccome, e compongono una larga fetta del settore del mobile.

Questo ruolo ancora più centrale rispetto al passato assunto dalla cucina, e che forse in parte è condizionato proprio dalla televisione e dalle sfide tra chef o aspiranti cuochi trasmesse da cucine da sogno, permette di imparare e di conoscere qualcosa in più sul padrone di casa osservando come ha disposto i suoi pensili e la sua penisola. Siamo giunti in un’epoca in cui è la cucina a parlare inizialmente per noi ed esprimere la nostra personalità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *