I calciatori più forti di tutti i tempi

Ci sono stati e continuano ad esserci calciatori che hanno scritto pagine indelebili della storia del calcio con le proprie qualità tecniche, con la propria prestanza fisica e con giocate divenute leggendarie. Atleti che hanno permesso ad interi popoli di sognare, di immaginare un successo nazionale o internazionale sinonimo di un riscatto sociale come nel caso di Gigi Riva, Maradona, Cruijff e lo stesso Pelè. Ma quali sono stati i calciatori più forti di tutti i tempi? Nella nostra speciale lista prenderemo in considerazione non solo le vittorie come mero dato statico ma anche il contesto in cui sono state raccolte.

Maradona, l’argentino che ha stregato Napoli

El Pibe de Oro, questo il soprannome dato al fantasista argentino nato a Lanus il 30 ottobre del 1960. Un talento purissimo che ha saputo regalare al Napoli dell’allora presidente Corrado Ferlaino le uniche due vittorie dello scudetto della storia azzurra.

Un vero trascinatore capace di vincere con la sua Argentina i Mondiali del 1986 in Messico con azioni e gol che sono rimasti nella storia come la rete segnata all’Inghilterra nella quale il numero dieci, prese palla a centrocampo e dopo aver dribblato praticamente mezza squadra britannica depositò il pallone in fondo alla rete.

Con la maglia dell’Argentina ha disputato 91 gare mettendo a segno ben 34 reti mentre nelle varie squadre di club ha realizzato 259 gol. Nel proprio Palmares vanta anche un secondo posto a Italia ‘90, un terzo posto alla Copa America del 1989 in Brasile, 1 campionato argentino, 1 Coppa di Spagna, 1 Coppa Uefa , 1 Coppa Italia, 1 Supercoppa Italiana, 1 Coppa della Liga e 1 Supercoppa di Spagna.

Edson Arantes do Nascimento in arte Pelè o più semplicemente O’ Rei

Tra i calciatori più forti di tutti i tempi non poteva mancare l’asso brasiliano Pelè. Un grandissimo professionista dotato di eccezionale forza fisica, eleganza ed una tecnica sopraffina il tutto combinato con una straordinaria velocità. Nato il 23 ottobre del 1940, O Rei ha praticamente sempre giocato nelle fila del suo amato Santos (586 gare disputate e 571 gol realizzati) dicendo più volte no al più ricco calcio europeo.

Vanta un record difficilmente eguagliabile avendo vinto per ben tre volte i Mondiali: nel 1958 in Svezia, nel 1962 in Cile e nel 1970 in Messico. Con la maglia della Selecao ha disputato 92 gare mettendo a segno 77 reti. Nel proprio palmares figurano anche 6 campionati Brasileiro e 10 campionati Paulista senza dimenticare 2 Coppe Libertadores ed altrettante Coppe Intercontinentali.

Zidane, per gli amici Zizou

Eleganza, intelligenza tattica ed efficacia sono soltanto alcune delle caratteristiche che hanno reso immortale l’asso francese Zinedine Zidane. Un fuoriclasse francese nato a Marsiglia nel giugno del 1972 che ha fatto le fortune della Juventus e della Francia prima e del Real Madrid poi. Scoperto da Luciano Moggi quando giocava nel Bordeaux, la stella di Zinedine è sbocciata in bianconero sotto la guida di Marcello Lippi.

Non un vero goleador ma un rifinitore a tutto campo che ha vinto praticamente tutto a livello di Nazionale: Mondiali a Francia 1998 e Europei nel 2000 senza dimenticare il secondo posto ai Mondiali del 2006 alle spalle dell’Italia del suo maestro Lippi. Nel suo palmares anche 2 vittorie in Serie A, 1 Liga, 1 Coppa Uefa, 1 Champions League, 2 Coppe Intercontinentale e 2 Supercoppa UEFA.

Johan Cruijff, il profeta del calcio totale

Uno dei calciatori più forti di tutti tempi capace di segnare un’epoca è stato certamente l’olandese Hendrik Johan Cruijff. Uno straordinario atleta nato ad Amsterdam il 25 aprile del 1947 in grado, sia con la maglia dell’Ajax che della Nazionale, di rivoluzionare l’idea di calcio interpretando al meglio il calcio totale introdotto dal suo maestro Rinus Michels.

Un calciatore che sapeva abbinare tecnica, velocità di pensiero e di esecuzione risultando così imprendibile per i propri avversari. Nel suo palmares si contano un amarissimo secondo posto ai Mondiali dei Germania 1974, un terzo posto agli Europei del 1976, 9 campionati olandesi, 1 Liga, 3 Coppe dei Campioni, 1 Supercoppa Uefa e 1 Coppa Intercontinentale.

Cristiano Ronaldo, l’attaccante moderno

Nel ristretto gota dei calciatori più forti di tutti i tempi non poteva mancare Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro. L’asso portoghese nato a Funchal il 5 febbraio del 1985 prototipo perfetto dell’attaccante moderno con i suoi 187 cm di altezza e la capacità di giocare sia sulle corsie che al centro. Un calciatore dotato di un fisico strepitoso nonché di qualità tecniche fuori dal normale.

È tra i goleador più prolifici di sempre con ben 311 reti in 292 partite con la maglia del Real Madrid al quale si devono sommare gli 84 centri di quando era alla dipendenze di Sir Alex Ferguson nelle fila del Manchester United. In carriera ha vinto con la maglia della Nazionale gli Europei di Francia 2016, è arrivato secondo agli Europei di Portogallo 2004 e al terzo posto in quelli del 2012. Non per nulla, le principali news di calciomercato ne parlano spessissimo, tanto è desiderato dai club di tutto il mondo.

A livello di club ha vinto 5 Champions League, 4 Mondiali per club, 2 Supercoppa Uefa, 2 Liga, 3 Premier League e tanti altri riconoscimenti a livello individuale tra cui 3 Palloni d’oro e 4 volte la Scarpa d’oro. Vanta il record di essere l’unico calciatore ad aver vinto nel lasso tempo di 365 giorni tutte le principali competizioni in programma ed ossia Champions League, Europei, Mondiale per club peraltro con l’aggiunta del pallone d’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *