Strategie di Social Media Marketing

 

social media marketing

Una ricerca condotta da Michael Stelzner (Social Media Marketing Industry Report, qui il PDF completo) evidenzia come l’88 % degli esperti di marketing utilizzi regolarmente i Social Media per incrementare le opportunità di business.

Twitter, Blogs, LinkedIn e Facebook sono, nell’ordine, sono strumenti privilegiati per la diffusione del brand online.

La demografia del business annovera per il 90% titolari di imprese, per l80% impiegati la di età compresa tra 30 e 40 anni.

Quanto tempo spendono gli utenti sui Social Media?

Dalle 4 alle 5 ore settimanali per il 64%, sino a 10 ore per 39%, picchi di circa 20 ore per il 9,6%.

A detta di chi usufruisce dei servizi di aggregazione sul Web, i benefici maggiori riguardano la possibilità di amplificare l’attenzione sul brand e nel contempo migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, riducendo drasticamente i costi in termini di  pubblicità.

Le prospettive di business con il social media marketing

Costruire una campagna di marketing centrata sui media relazionali appare elemento essenziale di business tanto per aziende affermate quanto per iniziative di starting-up.

Ad oggi e con l’esperienza acquisita da chi ha già condotto questo tipo di business è possibile ipotizzare reali prospettive di successo?

I social media operando sul principio che gli esseri umani sono animali sociali e per tal motivo sviluppano attorno ad esigenze di socializzazione prodotti che riconoscano il valore aggregativo della comunità.

Se è vero che i Social Media rappresentano una vetrina gratuita su di un universo variegato per identità di consumi è altrettanto vero come costruire l’immagine di un brand sul web possa rivelarsi un’arma a doppio taglio rischiando di offuscare l’immagine stessa di quel prodotto.

Ecco perché bisogna considerare con attenzione le possibilità espressive offerte dai media relazionali e soprattutto verificare l’aderenza del brand agli standard comunicativi del web sociale, pena un ritorno d’immagine tutt’altro che favorevole per il business.

Quello che molti definiscono social media gateway è un business che va curato con attenzione, attorno al quale definire precise strategie d’intervento, strutturando un’efficace campagna comunicativa capace di rappresentare inequivocabilmente l’immagine del brand e definendo politiche di relazione sociale solo nel caso in cui le stesse siano compatibili e strettamente aderenti all’immagine veicolata dal prodotto

13 Consigli per avere successo con i social

I Social Media nascono con il preminente scopo gravitazionale.

Sono desiderio di appartenenza ad una comunità che permetta al singolo di valorizzare se stesso all’interno di un gruppo.

Da qui lesigenza di riconoscere una community di riferimento cui indirizzare lofferta.

Quali sono i punti da seguire per organizzare una strategia di Social Media Marketing?

1) Concentrarsi sulle tecnologia

2) Targhetizzare lofferta

3) Ascolto attivo (dialogo, confronto)

4) Predisporre un piano di azione preciso e dettagliato

5) Creare una specifica strategia di azione per ogni social media.

6) Creare contenuti di valore

7) Avere qualcosa da raccontare

8 ) Parlare solo del proprio business è altamente controproducente

9) Analizzare il feedback

10) Creare valore (gli utenti devono aver bisogno di te oppure simpatizzare per te e trovare interesse in ciò che proponi)

11) Coinvolgere la community

12) Aggiungere valore agli utenti

13) Realizzare le aspettative

I social stanno sostituendo l’advertising tradizionale

Per lungo tempo l’advertising tradizionale è stato il principale veicolo di marketing utilizzato dai Social Media, al punto da rappresentare il successo di molte aziende che hanno utilizzato questo strumento di business.

A quanto pare la tendenza sta rapidamente mutando. Debra Aho Williamson Insight senior analyst di  EMarketer delinea le tendenze per il prossimo futuro.

La pubblicità, che ha già fallito come un modello di business per aziende  e social media, non sarà più elemento trainante delle entrate economiche

I modelli di business per il prossimo futuro prevedono una più attenta analisi dei dati raccolti attraverso la comuncazione sociale allo scopo di comprendere con maggior precisione il grado di soddisfazione dei clienti.

La voce dei consumatori, diventa un elemento di prim’ordine ed ogni prodotto sarà valutato ed eventualmente modificato, per seguire il feedback monitorato tramite l’uso dei social media.

Quale social utilizzare per il tuo business?

E ipotesi condivisa da molti che essere presenti su tutti i social media contemporaneamente contribuisca a rendere più forte e visibile l’immagine di un brand.

A mio avviso la ricchezza e lopportunità maggiore offerta dai media relazionali consiste nella capacità di amplificare la nicchia.

Ecco perchè ritengo sia preferibile indirizzare i propri sforzi verso quei social media che meglio rienscono nellintento di rappresentare il prodotto.

A tal proposito occorre analizzare con attenzione gli strumenti di fidelizzazione allinterno dei quali il marchio riesce maggiormente ad asprimere la propria forza divulgativa.

Allineare demograficamente il brand potrebbe rivelarsi una soluzione estremamente efficace.

Poichè la demografia in rete traccia gusti tuttaltro che omologabili, il successo di un social media può di fatto determinare esiti opposti se non in linea con le tendende di zona.

A ciò si aggiunga il fatto che non tutti i media relazionali riescono nellimpresa di rappresentare il carattere di un brand per la natura intrinseca cui appartengono.

Un plus utilizzabile all’interno di tutti i social media è piuttosto il potere delle conversazioni ed in questo caso, anche quando un prodotto non sposa con adeguata efficacia l’immagine di una community, parlarne, può creare valore bypassando i limiti intrinseci alla piattaforma stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *