Strategia Marketing online PMI

marketing pmi

Ogni azienda che sceglie di estendere l’immagine in Rete, ha l’onere di progettare contenuti efficaci, frutto di una strategia di comunicazione da analizzare e strutturare precedentemente alla presenza online.

La cura dei contenuti (content curation), assume una molteplicità di sfumature (testo, immagine, media), superando, la dimensione statica del web prima maniera, con una più efficace comunicazione relazionale, che lega azienda ed utente ad un discorso di collaborazione (feedback) reciproca, capace di assolvere alle esigenze di un target, sempre più esigente in termini di “contenuti utili” e profondamente reticente nei confronti delle informazioni autoreferenziali.

Contenuto è tutto ciò che si dimostra efficace fonte di informazione(testo, immagini, grafica, illustrazioni, video, documenti).

Il ciclo di vita dei contenuti è sempre delineabile, perché preventivamente determinato ed in genere si esplica nelle seguenti fasi: analisi – riflessione – pianificazione – creazione – distribuzione – monitoraggio – valutazione.

Il piano di sviluppo dei contenuti prevede operazioni di:

– Marketing (gestione del brand, Pr Online, Social Networking, ricerca, copywriting).

– Progettazione (modalità di accesso al dominio web, fruizione dei contenuti, gestione dei dati multipiattaforma).

– Sviluppo (lato client, lato server, sviluppo CMS, applicazioni web, integrazioni con i dispositivi mobili e con le piattaforme di Social Sharing).

La qualità dei contenuti è strettamente collegata alla loro fruizione.

L’utente esige il rispetto di tre fattori comunicativi: fruizione, interazione, risposta.

Da ciò si evince come la qualità dei contenuti proposti sia direttamente proporzionale alla semplicità di fruizione degli stessi.

Valutare l’efficacia dei contenuti equivale a conoscerli.

  • Di cosa si dispone?
  • In che quantità?
  • Di che qualità?
  • In che modo si può utilizzarli?
  • A quale target sono rivolti?
  • E’ possibile compararli rispetto a contenuti simili notoriamente esempio di successo?

Quale strategia editoriale occorre seguire?

Innanzitutto occorre identificare le risorse disponibili in termini di personale, fondi, tempo di gestione del processo esecutivo.

A ciò segue lo sviluppo vero e proprio del processo comunicativo che generalmente prevede una struttura a 5 livelli:

  •  Tipologia di contenuto
  • Quantità di contenuti
  • Frequenza di aggiornamento
  • Canali di distribuzione
  • Costi implicati

La diffusione dei contenuti online non può prescindere, in ultima analisi, dal monitoraggio del risultati ottenuti.

Una volta distribuiti, i contenuti vanno valutati in termini di prestazioni oggettive rispetto agli obiettivi definiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *