Seo per Blog aziendali, avere nuovi clienti da Google

seo blog

Quante volte avete sentito dire «Voglio apparire in cima ai risultati di ricerca su Google!» Per un sito web aziendale, il primo posto nei motori di ricerca può essere una macchina per generare clienti e quindi denaro.

Pensateci. Google è dove la maggior parte della gente va quando eseguono una ricerca. E se ci fosse un modo per ottenere questa posizione privilegiata per il sito web della vostra azienda?

Uno dei modi migliori per ottenere il primo posto sui motori di ricerca è il blogging. Incorporando un blog in un sito web potrete avere un impatto enorme sulla classifica generale di ricerca.

In questo articolo spiegheremo come migliorare il posizionamento nei motori di ricerca per i blog aziendali, naturalmente per avere risultati concreti è sempre meglio evitare il fai da te ed affidarsi ad un’agenzia seo professionale.

Siti aziendali con pagine statiche: il rischio di essere ignorati dai motori di ricerca.

Sbaglio o il sito web di una media piccola impresa comprende 10-20 pagine web statiche? Queste sono le pagine di base che vedrete: home page, chi siamo, descrizioni dei prodotti, informazioni di contatto. Una volta create, cambiano raramente. In alcuni casi, anche piccoli cambiamenti comportano un costo extra.

Se il sito è ben costruito, con tutto il codice appropriato e metadati necessari, i motori di ricerca indicizzeranno le 10-20 pagine di contenuto. Qualora fosse altamente ottimizzato e focalizzato su un numero limitato di termini, è possibile connettere quelle 10-20 pagine con le giuste parole chiavi (i termini appunto).

Tuttavia, a causa della necessità intrinseca di un sito web, alcune pagine non sono indicizzate per le parole chiave desiderate (ad esempio la pagina come contattarci).

L’impatto del post sul blog aziendale

Prendiamo ora il nostro sito web statico e aggiungiamoci un blog. Ai fini di questo esempio, diciamo che ci sono cinque rappresentanti nella società che settimanalmente scrivono ciascuno un post (articolo) sul blog aziendale.

Ecco dove inizia la differenza da un blog e un sito statico. Ogni volta che un nuovo post viene aggiunto sul blog, una nuova pagina viene indicizzata dai motori di ricerca. Cosa comporta questo? Entro la fine del primo mese, il sito raddoppia il numero di pagine indicizzate dai motori di ricerca.

Entro un mese, il nostro sito web, che originariamente aveva soltanto 10-20 pagine da offrire ai motore di ricerca, adesso ne ha 30-40 che possono eventualmente essere riproposte nella prima pagina nei risultati di ricerca su Google. Proseguendo, nel corso di un anno le 10-20 pagine del sito saranno solo un ricordo perché il blog ne avrà offerte circa 250 da indicizzare nei motori di ricerca.

Ogni pagina indicizzata aggiunge un altro biglietto in fase di estrazione. Più biglietti avrà l’azienda a disposizione e maggiori saranno  le possibilità di vincere il primo posto nella classifica dei motori di ricerca.

Il Potere dei link in entrata

Ora diciamo che i nostri blogger aggiungono ogni giorno i loro articoli su argomenti di interesse per il business e il settore dell’azienda. Un paio di post sul blog vengono inviati via email ai colleghi e conoscenti e meglio ancora, i blogger del settore che potranno linkare verso il blog. Il sito inizia a comparire nei blogroll come riferimento e punto di discussione in altre pubblicazioni online.

Google ama questi link in entrata e li adora ancora di più quando provengono da risorse pertinenti ai contenuti del blog.

Congratulazioni. Grazie allaggiunta di un blog, il nostro piccolo sito di 10-20 pagine statiche detiene ora una delle prime posizioni nei risultati di ricerca di Google.

Pagine indicizzate + collegamenti rilevanti e affidabili = Successo dei blog aziendali sui Motori di Ricerca!

Al WordCamp di San Francisco 2013 (un raduno di utenti di WordPress), Matt Cutts sottolineò l’importanza di essere pertinente e affidabile. Link in entrata come il New York Times nel caso delle risorse in lingua inglese in cui il contenuto è pertinente al contenuto del post, sono molto apprezzati da Google.

Un blog è uno dei migliori modi per aggiungere continuamente pagine generando link pertinenti e affidabili.

Nello scenario precedente, il nostro blog aziendale è riuscito a fornire sia pertinenza che generare rispettabili link: due chiavi di grande importanza e successo su Google.

Qualità delle pagine indicizzate

Nel condurre questo esperimento, è possibile imbattersi in siti che non valgono. Questo capita spesso quando le pagine non vengono indicizzate per le parole chiave di ricerca di interesse per l’azienda. Un blog di attualità si presta naturalmente a post ricchi di parole chiave proprio per la natura del suo contenuto.

Lo stesso vale con i link in entrata. Troppi collegamenti in entrata non pertinenti ai contenuti del sito/blog possono generare esattamente l’opposto del risultato desiderato.

Considerare le parole chiave durante la creazione di contenuto.

Ora che abbiamo visto l’importanza delle parole chiave indicizzate per un blog, possiamo di conseguenza iniziare a ottimizzare i contenuti.

A questo scopo, ci viene incontro Google Keyword Tool con cui sceglieremo termini di ricerca popolari ma al tempo stesso, poco competitivi.

Incorporare il blog

Se l’obiettivo è aumentare i risultati sul motore di ricerca, è importante inserire un blog all’interno del sito aziendale. Potreste utilizzare un invito all’azione alla fine del post per indirizzare il lettore verso altre pagine del sito web (stessa cosa con un blog costruito con un nuovo dominio).

In sintesi, bisogna rendere facile l’esperienza del lettore sulla risorsa online. Se il percorso da compiere non è chiaro, non potranno mai trovare la loro strada. Questo e tanti altri aspetti, fanno parte dell’usabilità di un blog aziendale.

Quanto siete disposti a pagare per comparire nei primi risultati di ricerca? Anche se non da un giorno all’altro, un blog può essere uno dei migliori strumenti con cui arrivarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *