Forex, i primi passi virtuali e reali per fare trading

trading forex

Quello del trading sul forex è un settore di investimenti che sta conoscendo un vero e proprio boom. Con i mercati azionari che, specialmente dopo la crisi mondiale del 2009, non offrono più troppe certezze gli azionisti piccoli e grandi molti si sono spostati sul mercato delle valute perché c’è la convinzione generale che non serva una preparazione specifica per fare buoni affari in questo settore.

E poi c’è la convenienza del web: internet infatti ha permesso una diffusione maggiore delle informazioni e così quello che fino a qualche anno fa era terreno soltanto dei traders professionisti, cioè degli operatori  commerciali che investono su Borse e titoli, è diventato aperto a tutti.

Ma se investire nel trading forex è semplice, a patto di avere un minimo capitale da rischiare con buone prospettive di successo, il consiglio che molti danno è quello di fare attenzione alle fregature. Infatti gli unici veramente autorizzati ad investire sul mercato sono gli operatori, grandi e piccoli, autorizzati dalla Consob. Inoltre per fare trading sul forex in maniera responsabile bisogna avere un livello di preparazione sufficiente e scegliere l’intermediario finanziario adeguato.

Ormai ci sono siti e portale che offrono corsi nelle aree riservate per tutti gli iscritti in modo del tutto gratuito e questo è sicuramente un vantaggio per tutti i principianti che non hanno esperienza e vogliono iniziare in maniera moderata.

La vera differenza però viene dal materiale e per questo la scelta del broker non deve passare in secondo piano. Analizzando guide indipendenti sarà possibile compiere una scelta consapevole e capire anche che il forex ha bisogno di una preparazione visto che si tratta di un’attività finanziaria basata su prodotti che possono essere soggetti a perdita di capitali.

Senza aver fatto sperimentazione e pratica rimane difficile andare lontano e per questo tutti quelli alle prime armi possono cominciare partendo delle simulazioni, anche se passare dal virtuale al reale può risultare complicato.

Molti degli intermediari finanziari propongono una versione gratuita dimostrativa (cosiddetto conto demo) attraverso la quale è possibile simulare le operazioni, con il software utilizzato per il trading che ha le stesse funzionalità anche se il capitale è virtuale.

Così si mettono alla prova tutte le proprie conoscenze teoriche, in modo da avere una minima esperienza prima di iniziare ad operare realmente sul mercato. Si tratta di simulazioni  molto utili per sperimentare possibili strategie da applicare o prima di iscriversi su un sito per iniziare ad investire. Il pericolo però è quello di pensare che anche negli investimenti veri sia solo un gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *