VOI, ONESTI FARABUTTI

«Senza la pretesa di diventare immortale o l’aspettativa di essere paragonata ad altro, concepita con un’estrema onestà intellettuale e una profonda intelligenza emotiva, questa raccolta di memorie è quanto di più leale e appassionato abbia letto negli ultimi tempi» {Satisfiction}

Voi, onesti farabutti è la storia di un dialogo incompiuto fra generazioni: quella che ha fatto la Resistenza e la generazione attuale, precaria, apparentemente condannata a dover assistere al crollo del proprio paese senza poter intervenire.

La voce narrante è quella del protagonista, che descrive il nonno come l’esponente di una minoranza ormai in via di estinzione che crede ancora fermamente in certe idee. Nasce da questa condizione la necessità d’inventarsi una memoria, che il protagonista connette alla propria storia particolare, iniziata con la frequentazione degli anarchici maremmani e proseguita con l’esperienza di obiettore nell’ex ospedale psichiatrico di Siena: tutte situazioni collocate ai margini, per scelta o per necessità, così come fuori dal sistema si sente lui stesso in questo continuo arrangiarsi senza prospettive che è il destino di una generazione di precari.

Voi, onesti farabutti è quindi la storia di una ricerca delle armi, anche spuntate, che dalla memoria possano tornarci utili per riprovare a immaginarci un futuro.

L’AUTORE: Simone Ghelli (1975) è scrittore e critico cinematografico. Nel dicembre del 2008 ha dato vita, insieme ad altri autori, al collettivo «Scrittori precari». Dal 2009 è caporedattore della rivista cinematografica «Close up. Storie della visione». Il suo ultimo libro, L’ora migliore e altri racconti (Edizioni Il Foglio, 2011), è stato tra i dodici finalisti del Premio Arturo Loria 2011.


Autore: Simone Ghelli
Titolo: Voi, onesti farabutti
Dettagli: ISBN 978-88-96989-29-6, formato 11,5×18, 112pp.
Prezzo: 12 euro [in epub a 3.99: link]

Rassegna stampa:

Vuoi acquistare la tua copia?